Les Invalides e le Musée de l’Armé.
Qui a celebrare
l’umanità che si è uccisa
si uccide
e si ucciderà.
Napulio,
come chiamava mamma Letizia
Napoleone Bonaparte,
così piccolo
in un sarcofago
così grande.
Kilometri di cannoni,
centinaia di armature,
milioni di anime
umane ed equine,
alabarde
che t’infilzano,
bombarde
che sparano
duecento sessantuno kili
di proiettili,
pròtesi in ferro
per gambe e spalle,
strumenti chirurgici.
Mi siedo
all’ombra di Hitler
...
(primo gennaio 1939
congresso del partito a Norimberga)
...e la guerra continua....
Appena prima della Seconda
c’è la Prima,
mondiale
quella dei soldati ragazzi,
di mio nonno Luigi classe 1898,
...ed ecco la divisa
di un soldato classe 1904,
i suoi occhiali
le sigarette Gauloises,
les allumettes tricolores.
255 régimente de fanterie, quinta compagnia
altezza 1,62
capelli castani occhi blu
disperso.

http://www.nunziabusi.it