A Fontaine de Vaucluse, le acque sono proprio come le
descrisse Francesco Petrarca: chiare, fresche e dolci.
Tutt’intorno però, lungo la via che porta alle sorgenti
del Sorgue, quanta ratatouille di banchetti con abiti, oggetti
d’ogni genere, schifezze; il tutto con un’assenza
d’armonia che ti trapassa le ossa e ti lascia un forte malessere.
Mettete ombrelloni tutti color lavanda e vendete solo
prodotti del luogo!
Cos’è che non ho ancora capito della vita?

http://www.nunziabusi.it